sabato 26 novembre 2011

Ristorante Giapponese Zen2

Vico della Quercia N5
Napoli
Tel.081 5523329
3386908892

Gc Dom mattina


 

 


Prezzi:Bassi

Menù all you can eat!!


Voto:8

L'atto di mangiare, in Giappone, non è un semplice gesto per nutrirsi,bensì è parte intrinseca della cultura nipponica.
La preparazione, la cottura ed il consumo sono un'espressione artistica,dove estetica, tradizione, religione e storia sono importanti come, se non più, del cibo stesso. Ogni fase nella preparazione e presentazione di un piatto è come il movimento di una sinfonia, un pasto giapponese riflette la più intima natura di questo popolo, il suo amore per una bellezza disciplinata, il suo rispetto per ogni forma d'espressione artistica.
Contrariamente ai costumi occidentali che tentano di mescolare i sapori, i piatti sono costituiti da differenti alimenti ognuno dei quali deve possedere la propria individualità di gusto e di aspetto.
La cucina giapponese è impostata sulla combinazione di alcuni cibi base,come il riso o la zuppa con gli spaghetti,a cui vengono aggiunti alcuni ingredienti di accompagnamento,detti okaz, come il pesce, la carne, la verdura,il tofu ed in aggiunta tutto ciò che si vuole, in base ai propri gusti.Solitamente le pietanze vengono personalizzate ed insaporite con un preparato per zuppa chiamato dashi, con miso e con salsa di soia poveri di grassi ma molto salati.
Se ancora non si fosse capito oggi parlerò di cucina Giapponese, in particolare di un Ristorante che sorge nel centro di Napoli: "Zen2".
A parte qualche rara eccezione, per lo più nelle grandi città, i ristoranti giapponesi che si possono trovare in Italia non hanno nel loro organico un cuoco giapponese; molto spesso anzi i presunti ristoranti giapponesi sono di proprietà cinese.
Si tratta quindi di ristoranti cinesi che, messi in crisi da una generalizzata diffidenza verso i loro prodotti ,a cui gli ultimi scandali alimentari (sars, melamina, carne di nutria, ecc.) hanno dato il colpo di grazia, hanno pensato bene di orientarsi verso la ben più remunerativa moda della cucina giapponese, la quale,ormai da parecchio tempo, grazie allo stereotipo del raffinato minimalismo, alla moda del salutismo e soprattutto grazie alla promozione che le hanno fatto varie star internazionali (Victoria Adams pare segua una dieta a base di soli eda-mame), è sempre più sulla cresta dell'onda.
Questo ristorante non smentisce tale tesi perchè dalle notizie che sono riuscito a reperire è gestito esclusivamente da Cinesi.
Per raggiungere il locale dalla Stazione centrale di Napoli basta raggiungere il corso principale(Corso Umberto I),salire Via Mezzocannone e girare verso Piazza del Gesù;superata tale piazza,nei pressi del Cinema Modernissimo,troverete il ristorante.
Il ristorante all'interno si presenta davvero grazioso,in perfetto stile giapponese,con cabine fornite di porte a scorrimento ( le famose Shoji) per mangiare con un po' di privacy e con una sala interna arredata in classico stile nipponico con cuoco che prepara il sushi e le varie pietanze davanti i vostri occhi.
La cosa più piacevole è sapere che in questo locale si utilizza un menù "all you can eat" il che vuol dire che,al costo di un menù fisso potrete mangiare tutto ciò che volete, per tutte le volte che volete!!!Avete capito bene:portate illimitate,sempre senza sprecare il cibo;quindi se siete satolli non dovrete ordinare più nulla,perchè se si butta è peccato ed inoltre ve lo faranno pagare a parte...
Il Menù all you can eat ha il prezzo modico di 12,90 per il pranzo e di 19,90 per la cena,coperto incluso,bibite e dolci a parte.
Siamo in 2,ci fanno accomodare nella cabina in legno con porta in bambù e subito arrivano le tovagliette di carta e le caratteristiche bacchette.
In Giappone si crede che le posate di metallo donino ai cibi un sapore sgradevole ed è buona regola seguire alcune semplici linee guida sul modo di tenere le bacchette in mano,sul come mangiare con le bacchette e sul come usare tali bacchette,per non cadere in disguidi con il popolo nipponico.Per esempio molto indelicato è affondare le bacchette verticalmente in una ciotola di riso, perché ai giapponesi ricorda l’incenso dei funerali..
Per ordinare bisogna scegliere dal menù plastificato i vari piatti e scrivere i codici sui cartoncini che trovate insieme al menù.
Le portate del menù sono tante e nominarle tutte allungherebbe ancora di più questa immensa recensione e quindi vi riporto il Link dove sono elencate tutte,che poi è anche la pagina facebook del locale: https://www.facebook.com/media/albums/?id=196775070953#!/photo.php?fbid=10150282709420954&set=pu.196775070953&type=1&theater & https://www.facebook.com/media/albums/?id=196775070953#!/photo.php?fbid=10150282707550954&set=pu.196775070953&type=1&theater
come si vede dalle foto i menù sono divisi in due parti: da un lato ci sono,per così dire, "pietanze cotte"come vari primi,secondi,antipasti e tempure;sull'altro tutte le varie preparazioni con pesce crudo,tra cui il famoso sushi(stupirà molti appassionati di sushi sapere che il loro piatto preferito della cucina giapponese non ha in realtà origini nipponiche).
Abbiamo mangiato di tutto:gamberi in pastella fritta,spaghetti Men con misto mare(per gusto personale orribili,dove i germogli di soia davano molto fastidio),Riso ricoperto di Salmone(per gusto personale eccezionale),salmone in salsa teriyaki,tempura di totani(frittura di totani),pollo fritto giapponese,Sake(quenelle di riso e salmone crudo),ebi(quenelle di riso e gambero cotto),tako(quenelle di riso e polipo cotto),sake uramaki(involtini con alga di riso e salmone e mango) e tanti altri..tutti davvero ottimi e con pesce freschissimo.
Il prezzo per 2 persone per 2 menù all you can eat per il pranzo(25,80) più una bottiglia d'acqua(2,50) è di 28,30€.
Secondo il mio modesto parere è un ottimo locale,dove si mangia bene,premettendo che,essendo il primo ristorante giapponese che visito,non ho un metro di paragone con altri locali giapponesi,ma penso che il prezzo molto contenuto,l'ottimo cibo ed il servizio cordiale siano carte vincenti per qualsiasi locale.

Trattoria pizzeria Irys* Pizza

Di Sorrentino Irene
Via G.Vigorito N.10
84100 Salerno
Tel:Non disopnibile
 
 
 
 
 





Prezzi:bassi

Buona pizza a Salerno,il resto è un disastro

Voto: 7

Se vi trovate a Salerno,soprattutto in questo periodo per ammirare le "Luci D'artista" (http://www.youtube.com/watch?v=lFk4m4Js7-0&feature=related ) e casomai durante la passeggiata dovesse venirvi un certo languorino e avete voglia di pizza,vi consiglio una pizzeria poco conosciuta, ma buona..
Come detto precedentemente,ci troviamo a Salerno,per la precisione nei pressi di Largo Sant'Agostino,dietro la provincia di Salerno, nel palazzo di fianco a quello della provincia,quindi basta arrivare a Salerno,parcheggiare la macchina e raggiungere a piedi il locale;il quale si presenta piccolo e minimale,con una trentina di coperti e muri in giallo.
Purtroppo la disposizione dei tavoli non è delle migliori,poco spazio per passare e addirittura un tavolo vicino alla porta del bagno.
Le sale sono due,una a piano terra ed un'altra soppalcata,anche essa molto piccolina,con un divano dove dietro sono posizionate tovaglie di carta,vari cartoni della pizza ed anche il frigo delle bibite.
Il personale di sala è molto gentile e disponibile e dopo 10 minuti di attesa ci avverte che si è liberato un tavolo e ci fa accomodare.
Il coperto è minimal,con tovaglia di carta,bicchiere di carta e posateria in acciaio,ma la cosa positiva è che è gratuito(ora non più),quindi non pagherete nè il coperto e nè quella camorra che gli esercenti limitrofi chiamano servizio.
Arriva il menù a tavola (un foglio plastificato) dove sono elencate una quindicina di pizze classiche dal prezzo davvero non proibitivo, si va da un minimo di 3,00€ per una marinara ad un massimo di 5,50 per pizze più particolari; mentre, per le pizze al metro, il prezzo oscilla tra i 7,00€ per mezzo metro di margherita ai 10,00 per mezzo metro farcita.( Considerate che con una mezzo metro ci mangiano abbondantemente 2 persone.)
Il menù,oltre alle pizze,offre anche panuozzi con tantissimi gusti: pancetta,tonno,fior di latte e cipolla oppure pancetta,provola e patate o ancora porchetta,broccoli e fior di latte,tutti al prezzo di 3,50€ ; oltre i panuozzi ci sono anche dei primi e secondi piatti: gnocchi alla sorrentina(5,00),fusilli con porcini,salsiccia,rucola,pomodorini e parmigiano(5,00),pasta e fagioli al tegame(4,00),fusilli al ragù con provola(5,00),bucatini allo scarpariello(5,00),salsiccia con contorni(5,00),cotoletta di maiale con contorni(5,00),straccetti di pollo,rucola e parmigiano(5,00).
Siamo in 4 e ordiniamo 2 misti fritti della casa,che arrivano dopo 5 minuti,in ogni piatto troviamo tanti pezzetti di pizza fritta con pomodoro e parmigiano grattugiato(scazzoppoli),4 crocchè di patate fatti in casa(non congelati) e patatine fritte.(Foto su Noi che Mangiando Commentando).
La cameriera ci avverte che le pizze sono in cottura e dopo un paio di minuti dalla conclusione del misto fritto arrivano le 4 pizze ordinate:1 siciliana(5,00),1bianca con patate al forno e porcini(5,50),1 bianca con puree di patate e salsiccia piccante(4,50) e 1 bufalina(5,00);
Purtroppo ci siamo dovuti accontentare( per modo di dire)della classica pizza rotonda,perchè i panetti per quella al metro erano finiti,ma la bontà è la stessa,una pizza buona,con impasto morbido ottenuto da un attento processo di lievitazione che permette una facile digeribilità.
Il conto finale per 2 misti fritti della casa(10,00),4 pizze(20,00),2 lattine di coca-cola(3,00) e 2 bottigliette d'acqua(2,00) è solo di 35,00€. Ed il coperto???
Il coperto non si paga...(o meglio non si pagava)
Davvero una piacevole scoperta!!!Un solo consiglio ai proprietari: un po' più di pubblicità sia su internet(che è inesistente),sia per le strade e poi un riassettamento dei tavoli,di quel divano e soprattutto di quei cartoni e tovagliette che sono collocati dietro il medesimo divano,perchè sicuramente quello spettacolo estetico poco ordinato stride con la bontà e la qualità della cucina.Anche l'occhio vuole la sua parte,ma il mio ritorno sarà scontato!
--------------------------------------------------
Tornato dopo un mese, le cose non sono cambiate minimamente,anzi hanno messo il coperto a pagamento nonostante il servizio che è disastroso.
Tolto mezzo punto.

mercoledì 26 ottobre 2011

Ristorante Pizzeria Reginella


Via Sedile di Portarotese 8/9
84100 Salerno
Tel.
0892961282

      3924089709









Prezzi:medio-bassi

Gustare una pizza leggera e buona a Salerno

Voto:8-

Per par condicio,dopo aver recensito alcune pizzerie di Napoli,oggi si torna
a Salerno per trattare il ristorante pizzeria "Reginella".
Informazioni su questo locale non ne ho trovate; infatti su internet non si trova né indirizzo e né numero di telefono,sempre nella speranza che il nome del ristorante sia quello giusto.
Nome o non nome,se volete mangiare una buona pizza,fragrante e leggera, queste sono le indicazioni per recarsi al locale:raggiungere il trincerone,poi o parcheggiare lungo la strada,scendere le scale che portano alla fermata ferroviaria Salerno-Via Vernieri e proseguire diritti fino a quando non lo si trova di fronte,oppure fare tutto il trincerone con la macchina e alla rotatoria girare a sinistra,scendere e dopo 50 metri dalla caserma Pisapia,al primo incrocio troverete il locale di faccia;per chi conosce abbastanza bene Salerno,dopo il Museo Diocesano,se si viene dal Duomo.
All'ingresso subito salta all'occhio l'eleganza e il disegn molto ricercato, con grandi specchi e muri in pietra davvero molto particolari,stessa linea nei bagni, elegantissimi e grandissimi.
Il locale presenta 2 sale,una piccolina appena si entra che ospita una 15ina di persone ed un'altra interna più grande che conta una cinquantina di coperti.
Il menù è molto ricco e oltre alle pizze che sono abbastanza classiche e non superano i 5€,ci sono varii antipasti sia di mare che di terra,vari primi a base di pesce(cozze e rucola,scampi,frutti di mare,tonno) e di terra(fagioli, norcina,scarpariello,sorrentina,carbonara) che partono dai 5€ e non superano gli 8€ ,secondi che costano dai 6 ai 9 euro per la carne(grigliata,cinghiale, salsiccia,scaloppine)e 9-10€ per i secondi di pesce(grigliata,frittura,orata, ecc).
Siamo in 7 e dopo aver dato un'occhiata veloce al menù prendiamo 7 pizze:1 reginella(5,00),2margherite con mozzarella di bufala Doc(5,00),1rucola(5,00), 1 siciliana(4,50),1 diavola(4,00),1 bianca al cotto(3,50).
Le pietanze ordinate arrivano abbastanza velocemente,l'orario e la presenza della clientela che va diminuendo man mano,ci da una mano.
Le pizze si presentano olfattivamente perfette,ed il sapore rispecchia ciò che il nostro naso ha inteso pochi minuti prima,impasto sottile,ma di ottima fattura,pizza fragrante e morbida e condimenti qualitativamente buoni.
Da segnalare positivamente la Reginella(pomodoro,provola e pancetta)e la siciliana(fiordilatte,melanzane a funghetto con pomodoro).
Un buon locale,con una location piacevole e una buona pizza a prezzi accessibili.

I maestri della pizza dal Nipote di Michele

Piazza Dante Alighieri, 15/16
80135 Napoli
Tel: 081 0838886




Gc:Dom mattina


http://www.imaestridellapizza.it/home.html

Prezzi:Medio-bassi

Buona pizza e partite del Napoli

Voto:7,5


Dai primi di Settembre del 2009 nasce in Piazza Dante a Napoli “I Maestri della Pizza dal nipote di Michele”, nuova pizzeria ma con una grande storia alle spalle.
Essa è stata fondata dal pro-nipote(Dott. Fabrizio Condurro) dello storico “Michele di via Pietro Colletta” insieme ad altri soci, presentando non solo le due storiche pizze “Margherita e Marinara”, ma un vasto assortimento nel rispetto della genuinità e della tradizione Napoletana.
Il ristorante si trova a Piazza Dante,quindi arrivarci non è molto complicato,si raggiunge sia a piedi dalla stazione centrale,oppure prendendo la metropolitana.
Piazza Dante, sita nel centro storico cittadino,una delle più importanti piazze di Napoli e importante meta turistica,poiché' si affacciano tre chiese monumentali: S.Maria di Caravaggio, S.Domenico Soriano, e S.Michele a Port'Alba.
In origine era nota come Largo del Mercatello perché, oltre ad ospitare i mercati ed altri scambi commerciali,rappresentava uno snodo particolarmente rilevante.
Il locale internamente si presenta molto accogliente,con 4 sale interne che possono
ospitare 150 posti,muri in giallo con foto storiche e lampade di rame a forma di sole che coprono le luci posizionate sui muri,sedie in legno e tavoli con base in marmo.
In questa pizzeria,troverete tante specialità di frittura,come crocchè, zeppoline con salsiccia,fiordilatte impanato,patatine e wurstel ecc. ecc.
Per quanto riguarda le pizze oltre alle 2 specialità della casa,Marinara e Margherita(pizze storiche della famiglia)ci sono molte altre pizze come la Michele (ripieno fritto con cicoli, salame e mozzaella,I Maestri(margherita con salsiccia e porcini),Il Nipote(Margherita con carne tritata e melenzane a funghetto) e tante altre,da scegliere in versione normale o in versione doppia
(1 € in più),le pizze hanno un prezzo medio e troverete tutti i prezzi sul sito dove è esposto il menù ,comunque i prezzi non superano i 6€ per una pizza versione normale.
Siamo in due ed ordiniamo una porzione di zeppoline(2,00),che arrivano dopo 5 minuti(in una terrina con foglio assorbente sotto)insieme alle bibite, 2 bottigliette di coca-cola(3,00).
E' il momento delle pizze e qui decidiamo di andare sul classico,prendendo 2 margherite doppie.
La pizza è gigantesca,grande quanto quella di Sorbillo,che trasborda dal piatto;l'impasto è buono,anche se la stesura non è delle migliori,infatti ci sono delle fette doppie e delle fette sottili;per quanto riguarda il condimento, sopra la margherita il pomodoro non è molto e fuoriesce una bella parte di cornicione(io la preferisco più sugosa),gradevole lo stesso da mangiare perché molto morbido.
Per concludere prendiamo 2 dolci(5,00) che in questo caso sono 2 tiramisù dalla consistenza molto buona bagnati con liquore Borghetti.
Conto finale di 21,00€ per 1 porzione di zeppoline(2,00),2 pizze margherite (9,00),2 dolci(5,00),2 coca-cole in bottiglietta di vetro(3,00),10% sul conto finale di 2,00€.
Tanta gentilezza da parte del proprietario ed una pizza non male....se vi trovate in zona Piazza Dante andate a provare questa pizzeria,anche se la pizza di Sorbillo per ora non ha rivali ....

martedì 25 ottobre 2011

Ristorante Valle dei Re

Via Tito Lucrezio Caro, 28
Posillipo(Napoli)
081 7690250
334 5812093



http://www.valledeireclub.it/

Prezzi:Non classificato

Una location fantastica

Voto:7-


Groupon è tra le 50 più innovative aziende dell'anno, nella classifica stilata dalla rivista Fast Company, a fianco di grandi big dell'informatica, quali la Apple. Eppure non ha niente a che fare con la tecnologia.
Ma cos'è Groupon e cosa sono i gruppi d'acquisto?????
L'unione fa la forza!Quante volte avete sentito questa frase???
Nel caso di Groupon,Groupalia,ecc.l'unione è indispensabile..
I siti in questione mettono un'offerta(molto conveniente) le persone acquistano tale offerta,ma per far si che tale offerta sia valida deve essere acquistata da più persone.
Cosa comporta questo????
Prezzi sicuramente più economici,entrate da parte dell'esercente,pubblicità dell'attività proposta e soddisfazione da entrambi le parti(anche se non è sempre cosi).
A cosa è dovuto il successo di questi siti??
1.la geo-localizzazione: l'utente si iscrive gratuitamente ad un sito web, segnando la propria città di provenienza;
2.il tempo: le promozioni durano solo per un periodo limitato e divengono valide solo se un numero minimo di acquirenti è raggiunto.
3.l'immediatezza dell'acquisto: gli sconti, ad hoc, vengono inviati tramite e mail, e provengono da esercenti locali che aderiscono all'iniziativa.
4.rivoluzione dell'advertising: le aziende decidono di non investire in pubblicità, rinunciano in cambio ad una parte dei ricavi. Minori ricavi si trasformano, da un lato, in sconto concesso ai clienti (tattica vincente e più trascinante), mentre dall'altro vanno a formare un guadagno per la stessa Groupon.
In Italia, il modello degli sconti in coupon è una realtà di nicchia,ma nel mondo anglosassone è un qualcosa di super consolidato.

Oggi voglio parlarmi della mia prima esperienza su Groupon(prima ma non unica),tramite l'acquisto di un buono per una cena a base di pesce per 2 persone del valore di 150€ a soli 39€.
Il partner che ha deciso di collaborare con Groupon in questo caso si chiama "Valle dei Re".
Il ristorante sorge a Posillipo,un 100mt prima del parco Virgiliano,ma non lo troverete facilmente,in quanto non c'è nessuna insegna ,se non un piccolissimo targhettino su di un cancello in legno con su scritto:Valledeire Sun and Food relax-Club privato.
La location è davvero incantevole:all'esterno una bellissima oasi verde,che si affaccia sul mare di Napoli e sul Vesuvio,intervallata da tante poltrone in pelle bianca e tavolini,con piscina,sdraio e tante luci che spuntano dal terreno.
L'interno è molto elegante,con colori caldi e minuziosamente arredato ma poco adatto per la stagione invernale.
Servizio disponibile ed educato.
Il menù acquistato prevedeva:
- aperitivo di benvenuto con prosecco fruit:un buon prosecco con 2 piccoli tramezzini a testa con formaggio e frutta
- antipasto con frittura del re di crocchè, arancini e zeppoline; tagliere del re con mozzarella di bufala aversana, prosciutto crudo di Parma, conetti di bresaola con ricotta e rucola, affettati di salumi e parmigiana di melanzane; pescato del re con insalata di mare, salmone scozzese affumicato e alici fritte.
L'antipasto è stato un po' deludente,non ci dimentichiamo che è una cena da 150€!
Le portate arrivano tutti in piattini da dessert,2 fette di prosciutto,con un bocconcino(non era aversana),2 fette di salame,1fetta di prosciutto cotto(una spalla bruttissima),1 bruschettina con pomodorini,1 pezzettino di parmigiana(da dividere), poi in un altro piattino un po' di insalta di mare(da dividere) dove il sapore del sedano era persistente,in un altro piattino 8 cozze tutte chiuse(da dividere),1 alice fritta,1crocchè e 1 zeppolina.
Se mettevano il tutto in un piatto da portata grande sarebbe stato sicuramente meglio,come si dice spesso:anche l'occhio vuole la sua parte.Comunque il sapore era buono,a parte per il prosciutto cotto e per le cozze non assaggiate..
Come primo scegliamo entrambi uno spaghetto con le vongole.
Le porzioni potevano essere sicuramente più grandi(50gr) non ci dimentichiamo che dovrebbe essere una cena da 150€.!!
Anche il sapore non è dei migliori,pasta insapore,senza sale,con alcune vongole fredde.
Come secondo prendiamo i gamberoni arrostiti con contorno di patatine.
I gamberoni,si trasformano in gamberetti,ma nonostante la grandezza,soddisfano il palato,circa 7 gamberetti a testa, molto gustosi con contorno di patatine stick.
Per concludere crostata di crema fredda con fettine di melone giallo.Il dolce è stato davvero molto gradevole.
Il conto come detto precedentemente è stato di 39€,coperto e servizio inclusi,pagati anticipatamente a Groupon.
Location davvero elegante,personale educato e disponibile,ma cibo non all'altezza,soprattutto se questa cena sarebbe costata 150€.
I 40€ spesi vanno sicuramente più che bene..
Ora bisogna soltanto capire se tale servizio è riservato solo ai clienti di Groupon o a tutti i clienti del ristorante.

-----------------------------------------------------------------------------------------------
Cosa c'è di male a risparmiare qualche soldino???Anche io ero scettico ma sto acquistando spesso coupon da questi siti e devo dire che fino ad ora sono abbastanza soddisfatto
Se posso permettermi,vi consiglio 2 siti meno famosi che offrono coupon per ristoranti ecc. nelle zone di Salerno e dintorni :
http://www.sconticity.com/
http://www.dealmania.it/

venerdì 30 settembre 2011

Pizzeria Sorbillo

Via Dei Tribunali 32 UNICA SEDE!!!
80138 Napoli

Tel: 081 446643


Gc:Dom


http://www.accademiadellapizza.it/

Prezzi:Medi

La migliore pizza di Napoli
?

Voto:9


Per gli amanti della pizza Sorbillo non ha bisogno di presentazioni...A Napoli è chiaro, è difficile mangiare una cattiva pizza ma poche eccedono in questo campo e la pizzeria Sorbillo è sicuramente una di queste.
Fulcro del locale è un ragazzo che vanta una lunga storia familiare di Pizzaioli: Gino Sorbillo.
La Tradizione
Un’antica famiglia napoletana di 21 figli tutti pizzaioli
Il capostipite Luigi nasce nel 1907; sposa Carolina Esposito e negli anni ‘30 aprono una piccolissima “bottega della pizza” con solo quattro tavoli di marmo, un banco, un forno. Luigi e Carolina metteranno al mondo ben ventuno figli. Tutti questi figli, dal più grande al più piccolo, diventeranno pizzaioli. La primogenita era Esterina che ha portato avanti la pizzeria fino alla sua morte ed ha rappresentato un punto di riferimento per i suoi venti fratelli. Gino, il giovane imprenditore, nipote prediletto che ha preso in mano da alcuni anni questo locale, frequentava fin da ragazzo la pizzeria di zia Esterina ;osservandola e seguendone gli insegnamenti ha iniziato a lavorare con lei ed è il perfetto continuatore di questa stirpe di pizzaioli eccezionali. Ha ristrutturato il locale e ha reso la pizzeria una delle più note di Napoli, tanto che oggi è citata in decine di guide.

Il locale sorge nel cuore antico di Napoli quindi trovarlo non sarà per nulla complicato,basta raggiungere il centro storico e proseguire per Via Tribunali,fino a quando non troverete un mucchio di persone riverse per strada in attesa di entrare nel locale,siete arrivati!!
Dalla stazione saranno una quindicina di minuti a piedi,in ogni caso se non sapete come arrivare,basta chiedere.
L'interno della pizzeria ha un aspetto molto spontaneo,con tavoli di marmo,luci non troppo forti,muri in pietra con cavità che accolgono varie espressioni d'arte e prodotti tipici..tutto ciò che serve per far respirare la napoletanità del locale.
I coperti sono circa una 70ina e nonostante l'abilità dei pizzaioli nello sfornare le pizze più velocemente possibile è inevitabile non trovare fila davanti la pizzeria.Voi entrate,andate alla cassa dite il vostro cognome e numero di coperti ed un altoparlante, posto fuori alla porta, chiamerà all’appello i nomi segnati sulla lista.
Una volta entrati potrete accomodarvi o al piano terra o al piano superiore,in base alla disponibilità, e potrete scegliere tra le pizze più classiche come la margherita(3,80) o la Marinara,fino ad arrivare alle pizze più particolari come la pizza Nonno Luigi che è una pizza fritta al forno, con ripieno di crema di cigoli e ricotta o la Osvaldo con pomodorini provola e basilico.Ogni pizza ha un nome,21 tipi di pizze riportanti i 21 nomi degli zii paterni,più i due nonni in più ci sono le pizze classiche,più due pizze Amnesty,con ognuna delle quali la pizzeria devolve un euro a sostegno delle campagne promosse dal movimento per i diritti umani:Pizza Amnesty bianca(mozzarella,olive,capperi e origano) e pizza Amnesty rossa(pomodorini,provola e melanzane a funghetto).Le pizze vanno dai 4€ fino ad arrivare ai 7,50€ ma il prezzo medio si aggira sui 5,50€.
Siamo in 2,l'attesa non è neanche di quelle eccessive,giusto 15 min. ed arrivano le nostre belle pizze,una Raimondo(prosciutto crudo,rucola,mozzarella e pomodorini) ed una Nonna Carolina(pomodorini, provola, pesto all'olio d'oliva extravergine).
Servizio e coperto minimal con bicchieri di plastica,tovagliolo di carta e poca interazione con i camerieri(occupati a servire a più tavoli possibili),ma pizza "massimal" sia nel sapore che nella grandezza.
Una pizza molto grande e soffice con impasto sottile e leggero,con il cornicione che quasi si fonde con la pizza stessa e con ingredienti di prima qualità,d'altronde la quantità strettamente unita alla qualità è uno dei punti fermi di questa pizzeria, per questo tutte le materie prime che usa sono state cercate e scelte perché le migliori,selezionate da produttori e fornitori di fiducia (come Mario Avallone della “Stanza del Gusto”, Latticini de “Il Casolare”, Passata di Pomodoro D.O.P. “Annalisa”).
Il conto finale per una pizza Raimondo(6,50) ,una pizza Nonna Carolina(5,90),2 pepsi in lattina(3,40) è di 15,80€ da aggiungere la maggiorazione del 10% per il servizio(1,58) che fa diventare il conto finale di 17,38€.
Per un prezzo così non c'è neanche bisogno di utilizzare la formula “oggi a otto”, un’arcaica forma di finanziamento,che utilizzava il nonno di Gino nella sua pizzeria, che dava la possibilità alla gente di sfamarsi e di pagare la pizza dopo otto giorni.
Il voto finale è stato influenzato da piccoli fattori come l'attesa per entrare nel locale,la vicinanza tra i tavoli e dall'assenza di bottiglie d'acqua grandi che costringono i cliente all'acquisto di 2 bottigliette d'acqua(per chi è in coppia) ad un prezzo sicuramente maggiore;ma sono tutti fattori abbastanza trascurabili,anche perché una volta assaggiata questa pizza vi scorderete del mondo attorno a voi.

Secondo il mio punto di vista è la migliore pizza di Napoli e il mio parere è condiviso da tantissimi Napoletani e dai giudici che hanno conferito a Gino Sorbillo in questi giorni sul lago di Garda il premio Viaggiatore Gourment 2011 come miglior pizza dell'anno 2011.
Un plauso al maestro Gino Sorbillo che ha contribuito,ancora una volta,a tenere alto il nome di Napoli in Italia e nel Mondo.

Ogni pizza soddisfa un solo ed unico palato......
Ogni pizza e' diversa dalla precedente...
Ogni persona e' diversa e giudica in modo diverso....
Ma ogni persona dovrebbe rispettare l'arte..
LA PIZZA

giovedì 29 settembre 2011

Ristorante Pizzeria Fratelli La Bufala Salerno

Via Roma 57
Salerno
Tel. 089 5647010.



www.fratellilabufala.com






Prezzi:Alti

Specialità a base di Bufala


Voto:7-


La storia che porta alla nascita di questa catena di pizzerie è molto emozionante,addirittura si potrebbe trarre una trama cinematografica:Giuseppe, Antonio e Gennaro La Bufala, nascono ad Aversa, una ridente cittadina dell'hinterland casertano,in molti altri siti c'è scritto che nascono ad Eboli ed addirittura nel sito del ristorante dove ho preso queste informazioni e presente una pubblicità che indica Eboli come luogo che ha dato i natali ai fratelli La Bufala(c'è sicuramente un po' di confusione).
Dopo la prematura scomparsa del padre, produttore di mozzarelle(è inutile dirlo di bufala), i giovani fratelli La Bufala si trovano di fronte ad un bivio esistenziale: continuare l'attività paterna o mollare tutto e partire all'avventura...decidono per la seconda opzione. Ceduta l'azienda paterna e diviso equamente il ricavato, i tre fanno le valige e decollano verso una nuova vita.
Giuseppe, dai più detto 'Pippo', il primogenito, il cui sogno è aprire un ristorante, si trasferisce a New York e trova il lavoro come pizzaiolo in un ristorante italiano. Antonio, dagli amici detto 'Totò', si trasferisce invece a Madrid, ove apre una scuola di flamenco.
Gennaro il più giovane, il cui sogno è quello di fare il pittore pur non avendo mai preso in mano un pennello, si trasferisce a Parigi, dove trova lavoro come guardiano notturno in un'autorimessa. Gli anni passano e Pippo fa fortuna aprendo una grande pizzeria a New York. Totò lo segue a ruota e apre la più grande pizzeria di Madrid. Nel 2000 anche Gennaro decide di aprire una pizzeria a Milano, senza rinunciare alla pittura.
I fratelli recuperano l'attività paterna e si mettono in società con Gennaro dando vita nel 2003 al marchio 'Fratelli la Bufala'.
Oramai i fratelli La Bufala sono famosi in tutto il mondo,con circa un'ottantina di ristoranti sparsi tra l'Italia e il Globo.
Oggi parlerò della pizzeria "Fratelli La Bufala" di Salerno(anche se nel sito dei fratelli La Bufala,non è presente tale locale).
Il Ristorante si trova in una posizione centrale,poco distante dal Teatro Verdi e da Piazza Largocampo,vicino al lungomare,in via Roma,dove si svolge l'intensa movida Salernitana.
Il locale si presenta informale ma abbastanza elegante,con una prevalenza di bianco, e sedie scure.
Il menù è abbastanza completo,con una varia scelta di primi a base di prodotti tipici campani e a base di pesce:Paccheri con capatina di verdura,provola e pomodorini, gnocchi con ricotta di bufala con pomodorini freschi,basilico e mozzarella o trenette ai gamberi con ricotta di bufala al profumo di limone ed altri ancora
Vari secondi a base di carne di bufala..
E famosi i dolci della casa a base di latte di bufala come il cheese-cake o la mousse di ricotta con limone.
Poi ci sono le immancabili pizze,tra le più particolari ci sono il cornetto di pasta di pizza ripieno di emmenthal e mozzarella con sopra prosciutto crudo a fette,scaglie di parmigiano e rucola, la Tropicale con mozzarella di bufala,bresaola ed ananas e la Pepponata con mozzarella,provola di bufala,radicchio e pesto.
Il servizio è molto lento soprattutto nel fine settimana ed i camerieri vanno spesso in confusione.
Siamo in 8,entriamo nel locale e ci dicono di attendere un paio di minuti in modo da poter permette ai camerieri di effettuare la mise en place del tavolo;appena accomodati ci arrivano i menù, i prezzi sono abbastanza carucci sia per quanto riguarda le pizze che per quanto riguarda gli altri piatti.
Decidiamo di prendere:3 margherite,1reale(pomodorini,mozzarella,provola,ricotta,e crudo),1camaldolina(caciotta, melanzane, zucchine),1margherita con parmigiano,1bianca con prosciutto cotto,1 antipasto di terra(un pezzetto di parmigiana di melanzane,un pezzetto di parmigiana di zucchine,un pezzetto di gateau di patate,un pezzetto di gateau di patate con noci,un triangolino di frittata con cipolla,un triangolino con frittata di verdure,due pezzi di ricotta,un pezzo di ricotta cotta con pepe e 6-7 melanzane sottolio),1 filetto al pepe verde e una porzione di patate al forno per contorno.
Le pizze hanno una buona consistenza ma sono piccoline e sono povere di ingredienti,sicuramente a Salerno pizzerie che propongono una pizza migliore ce ne sono e poi pagare una margherita semplice senza neanche la mozzarella di bufala 5€ è uno schiaffo alla tradizione pizzaiola.
L'antipasto è molto buono,preparato scrupolosamente,dove ogni ingrediente si amalgama alla perfezione,in una successione di sapori,molto particolari;una persona ci mangia abbondantemente,2 persone ci mangiano scarsamente.
Il filetto al pepe verde è stato molto al di sotto delle aspettative,secondo il parere di un mio amico chef che ha preso questo piatto era molto al sangue e la carne non era delle migliori.
Il conto finale è di 105€ per 3 margherite(15,00),1 reale(7.00),1 camaldolina(6,00),1margherita con parmigiano(6,00),1 bianca con il prosciutto cotto(6,00),1 antipasto di terra(12,00),1filetto al pepe verde(20,00),1 contorno(5,00),3 bottiglie d'acqua(6,00),2 birre medie(12,00) ed il resto in coperto e servizio.
Non ho mai apprezzato questi locali ristorativi gestiti in franchising,perché vanno a discapito dei piccoli produttori e delle piccole attività ristorative,abbassando notevolmente il livello qualitativo del ristorante stesso.
In questo locale,la scena prevale sulla sostanza ed i prezzi sono molto alti e non giustificano la qualità dei prodotti.

venerdì 12 agosto 2011

Ristorante Pizzeria "Al Vicoletto"



Via A.A. Caiatino
N41
81013 Caiazzo(CE)
Tel. 0823868287
Cell. 3397636932



 



Prezzi:Medi


Ottimo ambiente e particolari specialità della casa

Voto 8

Il ristorante "Al Vicoletto" sorge nel centro storico di Caiazzo,un piccolo comune che non fa più di 6000 abitanti,nella provincia di Caserta da cui dista 19km.
Il nome corretto di questo Comune è Caiazza e non Caiazzo, in quanto derivante da Caiatia .
Secondo varie leggende,Caiatia(l'odierna Caiazzo) fu edificata da Calata,figlia di Tifata,innamoratissima di Volturno,o addirittura dai discendenti di Noè.

Per raggiungere il locale basta prendere l'Autostrada Napoli-Roma con uscita al casello di Capua e proseguire lungo la Statale 264,da Caserta invece si raggiunge percorrendo la Statale 87.
Situato nel centro storico di Caiazzo in un prestigioso vicoletto del '500, il Ristorante-pizzeria "Al Vicoletto" è un palazzetto di due piani di grande suggestione, completamente realizzato in stile "Liberty" in un ambiente elegante e sobrio,con affreschi sui muri e tavoli e sedie in legno.
Il menù di questo ristorante non è molto ampio,ma ha molti piatti particolari e specialità della casa,come l'antipasto degustazione che viene offerto ai clienti che lo desiderano nella cantina del locale:su di grande tavolo ci sono prodotti tipici del territorio come il lardo, cinghiale, formaggi,salsiccia dolce e piccante,focaccia con lardo,pane fatto in casa con crema di olive e crema tartufata,rustici misti…
Le specialità della casa non finiscono qua,come primi ci sono:Prelibatezza Al Vicoletto(Fusilli con provola,porcini,ricotta secca,pomodorini) e Bucaiatino(Bucatini con crema d'olive nere,salsiccia,cipolla e pomodorini,vino Pallagrello ,rucola e parmigiano).
Mentre per i secondi potrete gustare come specialità della casa La "Bontà Al Vicoletto" che sarebbe una costata di maiale di circa 400gr.farcita con provola,funghi porcini e panna.
Siamo in quattro e decidiamo di prendere 4 antipasti della casa,ma ci viene consigliato dalla cameriera(gentile ed impeccabile) di prendere soltanto 2 antipasti,in quanto le porzioni sono molto abbondanti;
Accettiamo il consiglio della cameriera e quindi al nostro tavolo arrivano due grandi piatti rotondi(o taglieri non ricordo bene) con sopra gli antipasti,ogni antipasto della casa è cosi composto: 2 fette di prosciutto crudo, 2 di salame, 2 di capocollo, 2 pezzi di formaggio caciotta,peperoni con olive e capperi,1 sformatino di melanzane ripieno di mozzarella e prosciutto cotto(Ottimo), 1 pezzo di polenta con fagioli,zucchine grigliate e 1 pezzetto di frittata ripiena.
L'antipasto è davvero eccellente nel sapore e anche nelle porzioni,se non per alcune preparazioni che abbiamo dovuto vivisezionare per mangiarci in 4.
Per primo decidiamo di prendere 3 specialità al vicoletto e 1 pappardella al cinghiale.
Anche la pasta è molto buona,ottima cottura,piatti abbondanti e ottimo sapore;
sugo al cinghiale impeccabile,mentre per quanto riguarda il sugo della specialità c'è da puntualizzare che i funghi che si trovavano nella pasta,non sapevano di nulla,ma il sugo era ugualmente buono
Per secondo prendiamo 4 tagliate di manzo con rucola e scaglie di parmigiano:porzioni super-abbondanti che non siamo riusciti a finire,ma molto buone.
Per contorno 2 insalate miste e 2 patatine fritte(surgelate).
Concludiamo con 4 pezzi di torta ricotta e pere che non ci lasciano particolarmente entusiasti.
Il conto finale per 2 antipasti della casa(14,00),4 primi(28,00),4 secondi(48,00),4 contorni(11,00),4 dolci(12,00),2 bottiglie d'acqua(3,00),2 bottiglie di coca-cola(6,00) e 4 coperti è di 126,00€ e cosa buona nello scontrino,viene riportano ogni prezzo di ogni singola portata con relativo nome.
Inoltre il caffè ci viene offerto direttamente al bar gestito dai medesimi proprietari situato un po' più sopra del ristorante vicino alla Cattedrale di Santa Maria Assunta.
Ottimo ristorante,peccato solamente che non sia in zona per poter provare altre specialità.

venerdì 15 luglio 2011

Azienda Agricola Conca D'Oro



Via Palimenti,
Ogliastro Cilento(Sa)84061

Tel.0974 833049








Prezzi:Bassi


Aria Fresca,ottima accoglienza,ottimo cibo

Voto:8,5




La strada è la strada statale che collega Battipaglia ad Agropoli,bisogna svoltare un poco prima di Agropoli,precisamente seguendo le indicazioni per Ogliastro Cilento.
Per gli appassionati di questo Blog o gli amanti della buona cucina,basta percorrere la stessa strada che porta al ristorante " Lo Scacco Matto" in località Eredita.Giusto 400 metri più avanti troviamo L'Agriturismo "Conca D'oro".

Collocato in un antico casale del '600 ,l'agriturismo Conca d'oro è circondato da un terreno di circa 2 ettari, coltivato prevalentemente ad ulivi, foraggio e mais. Sono inoltre presenti un boschetto di querce, un tipico frutteto mediterraneo con aranci, mandarini, limoni, noci ed un orto, dai quali si ottengono i prodotti che vengono offerti ai clienti del ristorante.
L'agriturismo è molto rustico,quindi non vi aspettate un ristorante 5*****,ma molto accogliente dove si respira un'atmosfera decisamente paesana.
Appena arrivati ci si presenta davanti il signor Armando,il proprietario,che ci fa accomodare fuori,all'aria fresca,dove ci sono tre tavoli di legno molto rustici e 2 cagnolini di proprietà di Armando che reclamano carezze..
Ci sediamo e arrivano sul tavolo due brocche di vino rosso con dentro le "percoche",un piatto di salsiccia e del formaggio di pecora,questo solo per intrattenerci mentre aspettiamo altri nostri amici.
Intanto che aspettiamo i nostri amici,il signor Armando si intrattiene a chiacchierare con noi e ci fa portare(per ingannare ulteriormente l'attesa) una bella impepata di cozze.Intanto gli altri arrivano e iniziamo subito con l'antipasto:altra salsiccia,altro formaggio,e poi verdura in quantità a incominciare dai cosiddetti "fasuli lardari",per continuare con le melanzane e i fiori di zucca ripieni e i peperoni sott'olio e le polpette di formaggio e poi la caprese con i pomodorini.
Antipasto eccezionale sia nella quantità che nella qualità,davvero tutto squisito.
Poi è la volta del primo:Ravioli ai fiori di Zucca. Da premettere che avevamo richiesto giusto 2 ravioli a testa,ma le porzioni erano decisamente più abbondanti,tanto che quando è arrivata la carne(eravamo 10 e abbiamo preso 5 grigliate) quasi tutti erano troppo pieni e anche i più voraci hanno lasciato qualcosa nel piatto.Carne ottima.
Per finire,mentre continuava ad arrivare il vino con le pesche,vino bianco ecc. ci portano l'anguria e il melone pane,ma la pancia era ormai troppo piena.
Alla fine Armando ci comunica a voce(non esistono menù e quindi non si sa con esattezza il prezzo di ogni portata) che il prezzo a persona è di 15€ e ci dice di fargli pubblicità(pubblicità meritatamente guadagnata),anche perché l'agriturismo dispone di 2 stanze e per chi desidera fare un soggiorno nel massimo della tranquillità è perfetto.Pensione completa a soli 40€!!!
Posso concludere dicendo che sono rimasto completamente soddisfatto e completamente pieno,quindi consiglio a tutti quelli che amano mangiare bene,seguendo i ritmi della natura,che amano mangiare tanto e amano spendere poco,di andare a fare visita a questo agriturismo.

Ps del 16settembre 2011:Parlando con amici mi è stato detto che il gestore del locale ha dichiarato che molto probabilmente non sarà più lui a gestire il ristorante...Sono fonti abbastanza certe,ma non sicure al 100%.
Mangiando Commentando

lunedì 4 luglio 2011

Ristorante Greco Mythos

Via Giovanni Da Procida, 48
84121
Salerno
089 253330 089 2961588



 

Prezzi:Medi


Ottimo ristorante Greco con eccellenti carni

Voto:8,5


La Grecia vanta una storia plurisecolare che tocca numerosi aspetti della cultura. Uno di essi è proprio la sua tradizione gastronomica, che ha influenzato le culture vicine e ne è stata influenzata sia nell'antichità sia in tempi più recenti.
Le fonti storiche e archeologiche suggeriscono che la cucina in Grecia fosse più articolata in quanto a tecniche e abbinamenti,delle sue vicine,già prima di Alessandro Magno.
Questo modello venne successivamente esportato presso i Latini e si fuse con la loro cultura divenendo la base di alcune ricette che si ritrovano ancora oggi in tutto i bacino del Mediterraneo.
Una cosa molto curiosa è che il cappello bianco che oggi caratterizza gli chef di tutto il mondo è nato proprio in Grecia. Nel medioevo i cuochi che lavoravano nelle cucine dei monasteri greci erano soliti indossare alti cappelli bianchi per distinguersi dai monaci che indossavano cappelli alti ma neri ed ecco che da qui si è diffusa l'abitudine del cappello dello chef.

Sebbene la Cucina greca sia stata da un certo punto di vista la base per la cucina mediterranea in Italia e soprattutto nel sud dell'Italia di ristoranti dove si possa mangiare greco ce ne sono ben pochi.
Uno di questi è il ristorante greco "Mythos" .
Il ristorante greco Mythos è presente da più di 10 anni in quei di Salerno,precisamente si trova nel centro storico della città,a pochi passi da piazza "Largo Campo" ed è diviso in 2 piani,il piano superiore è adibito al takeaway(ottimo il pita Gyros),mentre quello inferiore è il ristorante vero e proprio dove poterti sedere e gustare le specialità elleniche.
La struttura inferiore è molto piccola,farà una 30ina di coperti,il design è stato pensato come se si fosse dentro una stiva di una nave,con vari oblò,tubature ecc.
Il menù è molto completo,anche se gli amanti della pasta rimarranno delusi,difatti in Grecia non c'è l'abitudine del primo piatto, ed al suo posto vengono serviti degli antipasti a base di olive nere, sott'aceti, salami, involtini di riso o di carne tritata.
I prezzi si equilibrano abbastanza bene,anche se non sono proprio economici,ma dipende sempre da ciò che si prende(per i prezzi vi invito a consultare il profilo Facebook del Ristorante (http://www.facebook.com/pages/Mythos-Ristorante-Greco/40568356381).
Ahimè quella sera la specialità delle specialità era finita...sto parlando della moussakà:pasticcio di carne e melanzane in cui gli strati di melanzane sono conditi con ragù di carne, ricoperti di besciamella e cotti al forno.
Siamo in quattro,decidiamo di prendere una porzione di polpette di melanzane(7,00€) e una pikilia per quattro persone,tutto accompagnato da della ottime e fragranti pite(2,00€).
Le polpette sono 4 una a testa e sono diverse dalle classiche polpette con melanzane che siamo abituati a mangiare noi in zona,le melanzane all'interno non sono visibili,ma il sapore è decisamente buono.
Dopo un poco arriva la Bomba della casa:Pikilia(28,00) per 4 persone teoricamente,per sette persone effettivamente;
Un gigantesco piatto che comprende:4 polpettone schiaccate di carne di vitello alla piastra,4 salsicce di maiale,6 pezzi di pollo alla griglia e 6-7 fette spesse di vitello,varie salsine greche come Salsa Tzatziki(yogurt lavorato con cetriolo, aglio e olio),salsa Melitzano Salata (una salsa alle melanzane), e la Tyrokavteri (una crema di feta,piccantina)che si sposavano alla perfezione con la carne e per completare il piatto ai bordi di esso erano presenti vari contorni,come i fagioli corona,patate schiacciate,zucchine tipo scapece,peperoni all'aceto,pomodori all'insalata e cubetti di formaggio Feta.(Foto Noi che Mangiando Commentando)
Inutile dirvi che purtroppo alcuni pezzi di carne sono rimasti nel piatto,ma nonostante la nostra voracità e la bontà dalla carne,non siamo riusciti a finire il tutto.
Sulla bontà della carne volevo soffermarmi un istante;la carne era deliziosa,si scioglieva in bocca e aveva una cottura ed un condimento eccezionale.
La migliore mangiata di carne della mia vita..
Conto finale per 1 piatto di polpette di melanzane(7,00),un piatto di pikilia per 4(28,00),4 pite(2,00), 2 birre grandi(6,00),1 coca-cola(1,60),una bottiglia d'acqua(1,50) e 4 coperti(6,00) di 52,10€;
13,00€ a testa per tanto ma tanto cibo.
Se un ristorante del genere si trova da tanto tempo al solito posto e in un periodo di crisi come questo,amplia il proprio raggio di azione aprendo una succursale(Via Dalmazia Salerno) un motivo ci dovrà pur essere..
Di motivi personalmente ve ne potrei dare più di uno:Pulizia,cibo di ottima qualità,carni squisite e prezzi onesti.
Complimenti!!

venerdì 1 luglio 2011

Ristorante Pizzeria Le Bontà del Capo


Via Primo Maggio

Conca dei Marini (Sa)

Tel 089 831515


Sito: http://www.amalficoast-restaurant.com/


Prezzi:Medio-Bassi

Mangiare pesce fresco sulla Costiera a prezzi ottimi!


Voto 7,5

La Costiera Amalfitana è un tratto di costa famoso in tutto il mondo per la sua bellezza naturalistica, sede di importanti insediamenti turistici.
Considerata patrimonio dell'umanità è nota per la sua eterogeneità: ognuno dei paesi della Costiera ha il proprio carattere e le proprie tradizioni.
Oggi parleremo di un Ristorante che si trova in un paesino confinante con Amalfi,"Conca dei marini" che deve il suo nome alla specifica conformazione geografica a forma di conca, con l'aggiunta della denominazione dei Marini per sottolineare la vicinanza al mare e l'antico ruolo svolto dai marinai che vi abitavano, un tempo molto numerosi ed esperti delle tecniche della navigazione, così che il paese è anche definito città dei naviganti.
Si narra che la sfogliatella Santarosa sia nata in questo paese. Infatti, nel Settecento, le suore domenicane di clausura del Conservatorio di Santa Rosa da Lima di Conca dei Marini, che erano dedite alla preparazione del pane e di dolci, diedero vita a questo dolce di cui non immaginarono nell'immediato la fama che avrebbe avuto.
In questo piccolo comune che non ospita più di 750 abitanti,sorge il ristorante "Polisportiva Conca Dei Marini" ristorante che appunto fa parte di un complesso polisportivo che ospita:2 campi di calcio a 5,campetto da tennis, pallavolo e basket.
Per arrivare al locale basta raggiungere Amalfi da Salerno e proseguire per altri 5 km,arrivati a Conca dei Marini si presenterà un'insegna turistica marrone,quindi svoltare a sinistra dell'insegna e scendere per un altro chilometro,troverete il ristorante sulla destra.
Parcheggiare lungo la strada.
Il ristorante si presenta con una sala esterna molto grande,con una vista spettacolare sulla torre di Capo di Conca,che si spegne nel limpidissimo mare della Costiera Amalfitana,in un ambiente molto tranquillo,con sedie in legno scuro e paglia molto eleganti.
E' consigliabile prenotare se si desidera Pranzare/Cenare con vista mare.
Arrivato il menù ci rendiamo conto che i prezzi sono davvero ottimi,se paragonati al resto della Costiera sono addirittura economici!!
Gli antipasti variano dal prosciutto e bocconcino(7,00€) a quello di mare della casa(11,00) poi l'antipasto con salmone affumicato(7,00),ecc.Ecc.
Primi che costano massimo 11€ come per gli scialatielli con i frutti di mare,mentre per gli altri il prezzo si aggira sugli 8€:pasta rucola e gamberetti,ravioli con crostacei,carciofi e gamberi ecc.
Secondi a base di carne e pesce che non superano i 13€.
Pizze che vanno dai 3,50€ fino a raggiungere gli 8€ per le pizze più particolari.
Ordiniamo per cominciare 2 antipasti di mare della casa:2 gamberi,1 fetta di salmone affumicato,1 fettina di pesce spada marinato,2 alici marinate e 4-5 cozze belle piene che circondavano una bella insalata di mare.
L'antipasto era davvero squisito,pesce davvero freschissimo,porzioni abbondanti e sapore eccellente(Per le foto basta andare sul sito del Ristorante).
Continuiamo con 2 primi:Scialatielli con frutti di mare e Ravioli con crostacei.
I primi deludono parecchio,soprattutto dopo aver assaggiato l'antipasto di prima,sicuramente ci si aspettava di meglio.
Nella preparazione di entrambi i sughi viene utilizzato il dado,ingrediente che oltre a far diventare i piatti troppo saporiti,oscura completamente il sapore del pesce,nonostante nel piatto era presente in buone quantità.
Per concludere 1 limoncello ed un liquore al cioccolato(offerti gentilmente dalla casa).
I dolci sono di Salvatore De Riso e costano 3€, ma preferiamo mangiarlo direttamente da lui a Maiori.
Conto finale per 2 antipasti(22,00€),2 primi(16,50),2 amari(offerti),1 bottiglia d'acqua(2,oo€) e mezzo litro di vino bianco della casa(5,00),2 coperti(3,00) di 48,50€.
Concludendo possiamo dire che questo locale è davvero un buon ristorante,sia per la qualità del pesce sia per i prezzi ,sia per il panorama fantastico e sia per la gentilezza degli operatori di sala;Peccato solamente per quel primo,ma sicuramente ci sarà occasione per rifarci..entrambi.

sabato 21 maggio 2011

Ristorante Pizzeria Pub L'Anabeco

Via Raffaele Siniscalchi
84080 Lancusi (SA)
Tel. 338 3564492

GC:Domenica





 

Prezzi:Molto Bassi

Prezzi eccessivamente Onesti e se fai sesso sul tavolo mangi gratis!

Voto 8-

Comincio con una premessa:se siete persone che amano l'autoironia,che amano giocare e scherzare sulla propria sessualità,che amano mettersi in gioco,allora vi consiglio di leggere questa recensione,ma se siete persone che non amano scherzare o facilmente suscettibili e scandalizzabili o "Cullarus" vi consiglio di non continuare la vostra lettura,perché questo locale non fa al caso vostro.

Il ristorante di oggi si trova a Lancusi,un paesino che sorge nella Valle dell'Irno che dista pochi km da Baronissi e da Fisciano.
Lancusi prende il nome da Lanciusi,nome proveniente dall'attività che svolgevano gli abitanti,costruttori di lance(non le macchine) e questo paese in tempi antichi era una Baronia(territorio amministrato da un soggetto avente il titolo nobiliare di Barone) ed è proprio in uno dei tanti possedimenti di questi Baroni che sorge il Ristorante L'Anabeco.
Per arrivare al locale basta immettersi sull'autostrada per Fisciano e svoltare allo svincolo per Lancusi,proseguire fino alla sede distaccata dell'università di Fisciano e prendere la stradina che precede il complesso universitario,per poi proseguire fino a quando non vi troverete un'insegna che precede un piccolo vicoletto, prima della fine della strada.
Il mio consiglio è di parcheggiare in Piazza Regina Margherita(la piazza che si trova alla fine della strada) e poi fare pochi passi a piedi.
Il ristorante non è abbastanza grande,farà una 50ina di coperti,ma in estate ci sono posti anche all'aperto.
Il locale è stato ricavato da una sorta di cantina,arredato molto semplicemente,con tavoli in legno e colori molto caldi,stile Pub.
I prezzi non sono assolutamente eccessivi,gli antipasti vanno dai 3€ ai 5€ e sono: prosciutto e bocconcini,fritto misto,affettato di salumi,antipasto della casa.
I primi invece variano giorno dopo giorno,ed ogni giorno viene preparato solo un primo:il mercoledì e giovedi pasta e fagioli,il sabato pasta alla norcina ecc...(i primi non superano i 3,50€)
I secondi spaziano dall'hamburgher,alla salsiccia all'arrosto di vitello o maiale,ed anche qui non spenderete più di 6€.
Poi ci sono tante pizze,panini e panuozzi sempre a prezzi ridicoli..
A prendere le ordinazioni Carmine Santoro,figlio del più famoso Tonino ma degno di tale eredità...tutti i discorsi girano attorno al sesso,all'ambiguidatà sessuale e alle varie dimensioni..Vabbè ci siamo capiti..
Siamo in 6 ed ordiniamo:2 antipasti della casa(10,oo),2 penne alla norcina(7,20),1 panuozzo piccolo(3,00) 1 pizza regina (3,00).
Aspettiamo poco,l'orario ci dà anche una mano,ma nonostante ciò ci arriva un bel piatto di bruschette offerto gentilmente dalla casa,con vari gusti(peperoni,salamino ecc) e subito dopo arrivano in sequenza tutte le pietanze precedentemente elencate.
L'antipasto è abbastanza grande e gradevole e comprende varii affettati(prosciutto crudo,salame,pancetta)qualche verdura e formaggio.
I primi piatti sono davvero squisiti,per chi non lo sapesse la pasta alla norcina è un piatto tipico di Norcia(PG) ed è preparato con panna salsiccia e tartufo;davvero ottimo e abbondante.
Un po' di delusione per il panuozzo che per essere piccolo è davvero piccolo..ma comunque buono.
Anche la Pizza Regina soddisfa a pieno,buon impasto,ottima nei condimenti.
Per concludere prendiamo 5 dolci ricotta e nutella(1,50) che seguono la falsa riga di tutta la cena:Ottimi ed economici.
Il conto finale per 2 antipasti della casa(10,00),2 primi(7,20),1 panuozzo piccolo(3,00),una pizza regina(3,00),5 dolci(7,50),2 birre medie,una coca-cola grande ed un acqua grande(6,50) è di 37,00€ e come specificato anche nel menù il Tonino Show è gratis,ed anche se abbiamo assistito al Carmine Show non abbiamo pagato nessun supplemento..
I prodotti sono buoni i prezzi ottimi e la simpatia unica..
Basterà una sola volta per entrare nella famiglia dell'anabeco o non tornarci più..
In questa pagina di Facebook tutti le battute fatte da Tonino & Figlio ai loro clienti:http://www.facebook.com/topic.php?uid=30284691737&topic=5542


sabato 7 maggio 2011

Ristorante Oasi

Via Ricasoli 33/35
84091 - Battipaglia (SA)
tel: 0828.371449




Prezzi:Bassi

Voto:8,5

Spaghetti alla messicana e non solo..


La via è Via Ricasoli,poco distante dall'uscita autostradale di Battipaglia(chiusura completa dello svincolo autostradale di Battipaglia dal 9 maggio 2011 al 24 giugno 2011 per completamento lavori) il ristorante è "l'Oasi".
Per raggiungere il locale ci sono varie opzioni, inanzitutto arrivare a Battipaglia,poi prendere il percorso che porta verso l'autostrada e girare in via Fiorignano e al primo incrocio girare a destra e dopo un 300 metri lo troverete sulla destra,oppure arrivare in Piazza San Francesco e proseguire per tutta via del Centenario,superare i vari incroci e rotatorie e proseguire dritti fin quando la strada non finisce,le opzioni sono o girare a destra o girare a sinistra e tornate indietro,voi girate a sinistra e dopo 300 metri ve lo trovate sempre sulla destra..
Entrati nel locale sembra tutto ben fatto,piccolino(60ina di coperti),accogliente,ben arredato e quasi sempre pieno e si capisce quasi subito il motivo:il cibo è squisito e il rapporto qualità/prezzo è dei migliori.
La specialità del ristorante sono gli spaghetti alla messicana,ma di ottimo non c'è soltanto la carne ma anche specialità di pesce.
L'unico neo è stato quando abbiamo chiesto il menù per ordinare e ci è stato detto dalla cameriera che il menù era lei.
Il menù parlante ci comunica che possiamo scegliere tra primi e secondi a base di carne come i primi classici,i famosi spaghetti alla messicana,salsiccia,grigliata di carne ecc. e piatti a base di pesce quale l'antipasto di mare,spaghetti ai frutti di mare,grigliata e frittura di pesce.
Ordiniamo 1 antipasto di mare,5 spaghetti alla messicana,3 grigliate di pesce e 3 fritture di pesce.
Dopo neanche molto tempo arriva l'antipasto con i primi.
Il primo impatto è decisamente ottimo,l'antipasto di mare comprende del polpo all'insalata,due parti di filetto di salmone e delle alici marinate,tutto davvero buonissimo.
Gli spaghetti alla messicana come detto anche precedentemente,sono la specialità della casa e per essere una specialità significa che sono il piatto migliore della casa ed effettivamente sono davvero buoni,noi abbiamo scelto di farceli portare in un'unica pirofila a centrotavola,ma si può avere anche la propria porzione nel tegamino di creta con sopra tutta quella bella salsisa a base di carne e peperoncino.
Dopo poco arrivano i secondi:3 fritture con gamberi e calamari e 3 grigliate con pesce spada,tre gamberoni ed una seppia.
Tutto davvero ottimo,fresco e abbondante,accompagnato da patatine fritte ed insalata.
Alla fine ci vuole anche un piccolo digestivo:limoncello,crema di cocco,liquirizia e meloncello.
Tutto a soli 90€(15€ a persona) per:1 antipasto,5 primi,6 secondi,6 contorni,6 digestivi,2 bottiglie di vino bianco,2 bottiglie d'acqua e 6 coperti.
Niente se si considera che abbiamo mangiato bene,molto e anche a base di pesce,il secondo neo della serata è stata l'assenza di un conto cartaceo con relativa descrizione delle portate e prezzi annessi.In questo modo non potremmo mai sapere il reale costo di ogni singola portata.
Comunque è un luogo in cui ritornare senza ombra di dubbio,anche perché il posto è accogliente e il cibo delizioso..
----------------------------------------
Sabato 20 Agosto 2011
Pranzo 4 persone:4 antipasti misti(2 bocconcini,3 fette di prosciutto, melanzane e zucca,alici e salmone marinati e polipo),3 primi(2 spaghetti pecorino e cozze,1 spaghetto alla messicana,piatti super abbondanti),4 secondi(2 grigliate miste con seppia,pesce spada e 2 gamberoni giganti,2 fritture miste di pesce,super abbondanti),1 porzione di patatine gigantesca,4 bottiglie d'acqua,1 caffè e 4 coperti solo 15,00€ a persona....
INCREDIBILE MA VERO!!!!!!!Tutto fresco e tutto molto abbondante,aumentato voto di 1 punto..

sabato 23 aprile 2011

Ristorante Pizzeria "Il Covone"


Strada SRexSS164 Per Acerno
Montecorvino Rovella(Sa)
Tel o89 863643
Cel 333 7538541










Prezzi:Molto Bassi

Voto:7,5

Brutto ma Buono


Nel 269 a.C. i Romani, alla cui testa vi era il console Sempronio Sofo, sconfissero i Piceni, di un'antica regione sull'Adriatico e li trapiantarono con forza in Campania tra il confine meridionale della lega nocerina, e il confine settentrionale della lega lucana, occupando il territorio posto tra i fiumi Sele e Sarno.
Fu costruita una città a cui venne dato il nome di Picenza (Picentia) e Picentini ne furono chiamati gli abitanti per distinguerli dai Piceni rimasti sull'Adriatico.
Più volte i picentini si ribellarono al potere dei romani e Picentia venne rasa al suolo per ben due volte, finché i romani fecero obbligo ai Picentini di non ricostruire più la città, ma soltanto piccoli nuclei sparsi sul territorio.
Nacque Montecorvino, il cui nome secondo l'ipotesi, condivisa dagli storici, deriva dalla presenza dei corvi sulle alture del monte Nebulano che sovrasta il paese, oppure dal termine Etrusco koràk letteralmente che nero, ad indicare l'origine vulcanica del territorio, mentre il termine Rovella deriva dall'aggettivo Ribellus (ribelle) ad indicare gli abitanti di Picenza che si ribellarono all'autorità di Roma.
Proprio in questo Comune sorge il Ristorante "Il Covone".
Per raggiungere il locale le opzioni sono 2, per chi proviene da Battipaglia,dirigersi verso Montecorvino Rovella e a poche centinaia di metri prima del cimitero svoltare a destra,le indicazioni sono assenti,ma c'è l'indicazione del ristorante Brasiliano,quindi salire in cima,finché non ve lo troverete dopo pochi minuti sulla destra;La seconda opzione è quella di arrivare a Montecorvino centro imboccare la strada che porta alla Madonna dell'Eterno e proseguire lungo la strada,non bisogna salire per la chiesa,ma proseguire finché non troverete l'indicazione del ristorante che indica di girare a destra,appena girate,lo trovate sulla sinistra.
Visto dall'esterno,non sembra un ristorante,diciamo che assomiglia più ad una casetta riadattata a locale,ed anche l'entrata non è il massimo,una piccola porta,che sembra l'entrata secondaria del ristorante.
Entrati dentro notiamo che la struttura non si differenzia da quella esterna,sembra di mangiare in una sorta di mensa,pareti alte,anonime,bianche senza nessun quadro,senza un po' di fantasia se non per l'acquario che fa bella mostra di se di fianco alla cassa.
La sale sono 2 e solo nella prima regna l'anonimato,mentre la seconda,anche se non l'ho visionata attentamente è sicuramente più colorata.
Il locale è molto conosciuto in zona,sia per gli ottimi prezzi ma anche per le ottime pizze,
ma in questo caso decidiamo di mangiare altro,quindi ci facciamo portare subito 4 antipasti della casa che sono composti da:1 piatto grande da portata a persona con 2 fette grandi di prosciutto crudo,2 fette di capocollo,4 fette di salsiccia secca,un pezzetto di formaggio ed una bella ricottina(molto fresca),poi in un vassoio di acciaio per 4 vengono portate 5-6 pezzetti di frittata di cipolle,5-6 pezzi di prosciutto tagliato a cubetti e messo sott'olio,tantissime olive verdi,melanzane arrostite e melanzane fritte,zucchine alla scapece e 6 frittelle(foto su http://www.facebook.com/#!/group.php?gid=110309025653970).
L'antipasto è davvero buono,ingredienti freschi,gradevole da mangiare e soprattutto abbondante,anche se in alcune portate come per esempio le melanzane fritte,la quantità per 4 persone lasciava a desiderare.
Nonostante la nostra quasi sazietà raggiunta,non possiamo non ordinare la specialità della casa,cioè lagane con i ceci,quindi ordiniamo 3 piatti di questa pasta(l'offerta è l'imitata ci sono solo 2 primi e 2 secondi).
La pasta è davvero buona,ingredienti ben amalgamati e pezzetti di pancetta che si integravano perfettamente al piatto,dove il piccante dava sicuramente il tocco in più.
Per concludere in bellezza decidiamo di prendere 4 fette di torta,2 ricotta e pistacchio e 2 con le nocciole.
Da segnalare che la torta ricotta e pistacchio è fatta in casa e non era granché,mentre quella alle nocciole molto buona è prodotta dalla Pasticceria Sorgente situata a Sovvieco di Giffoni Valle Piana.
Per finire definitivamente questa cena prendiamo 2 limoncelli e 2 meloncelli.
Andiamo a pagare e per 4 Antipasti della casa,3 primi,4 dolci,2 bottiglie d'acqua,1 bottiglia di Coca-cola, 4 liquori e 4 coperti spendiamo 34€ con dolci e liquori offerti dalla casa.
Sinceramente ho mangiato bene in questo locale,ed il mio ritorno sicuramente non è escluso,la grande pecca è sicuramente l'ambiente e l'arredamento.
Sconsigliatissimo se si vuole fare una cena romantica,ma consigliato per chi non bada all'aspetto esteriore e vuole mangiare bene e spendere davvero poco.

sabato 2 aprile 2011

Ristorante Arabian Kebab

S.S. Sannitica 87 - Località Aurno81025Marcianise Caserta
Centro Commerciale CampaniaTelefono 0823.60.99.45




 


Prezzi:Medio-Alti

Ristorante Arabo in franchising?

Voto:6+


Oggi voglio parlarvi di un ristorante Etnico che si trova nel Centro Commerciale Campania,il centro commerciale più grande d'Italia(anche se non è ne il primo ne l'ultimo che si appropria di questo titolo).
Il ristorante di oggi si chiama "Arabian Kebab" ed è un ristorante in franchising( accordo di collaborazione che vede da una parte un'azienda con una formula commerciale consolidata e dall'altra una società o una persona fisica che aderisce a questa formula).
Per raggiungere il centro commerciale e quindi il ristorante,basta prendere l'autostrada A1 da Napoli e uscire a Caserta Sud,dall'uscita autostradale al centro commerciale il tratto è davvero minimo,infatti il centro commerciale è ben visibile dall'autostrada.
L'interno del locale è carino,anche se la struttura non è molto particolare,stile arabo,con pareti dipinte da disegni che richiamano appunto la tradizione Araba(ospita una quarantina di persone).
Siamo in 3, ci accomodiamo e ci viene portato il menù,dove sono presenti molti piatti della tradizione araba ma rivisitati in maniera piuttosto approssimativa.
Troviamo il classico kebab che viene a costare 4,50€(un prezzo al di sopra della media),i vari piatti vegetariani come i falafel con crema di hommos(polpettine vegetariane con crema di ceci,crema di sesamo e limone 5,50€),Cous COus vegetariano(5,50€);
Piatti a base di Carne:piatto con kebab(7,50€),riso e kebab(7,50€),Cous Cous di carne(7,50€),ecc ;
Le varie insalate a base di feta e non(3,00-6,00€),qualche contorno e i dolci.
Tutta la carne che viene offerta da questo locale è congelata,cosa che ci viene fatta presente anche nel menù(non vi scandalizzate perché molti kebabari acquistano il Doner Kebab congelato).
Ordiniamo 1 kebab solo con carne ed insalata(4,50€),1 piatto Annibale(7,50),1riso con kebab(7,50),1 piatto unico di carne(9,80),2 porzioni di patate con Harissa(5,00€) e per finire un misto di dolci(4,50).
Dopo pochissimi minuti arriva il kebab ed il piatto Annibale(hanno già tutto pronto?).
Il kebab arriva non come ordinato ma come è scritto sul menù,perché ci viene detto dal cameriere che il kebab solo insalata non era possibile farlo,cosa alquanto strana,inoltre il sapore non era dei migliori ed il "pane siriano" era anche un pochino duro in alcune zone;
Passiamo al piatto Annibale,in questo piatto sono presenti:2Falafei(polpettine vegetariane),2 involtini di kebab(dei piccoli kebab con salsa del principe di Persia ),2 involtini vegetariani(piccoli kebab senza kebab con salsa del principe di Persia),2kafta(polpettine di carne di tacchino),con al centro tante patate a cubetti con Harissa(condimento a base di spezie piccanti)molto buone.
Questo piatto è decisamente uno dei migliori presentati dal ristorante,con 7,50€ è possibile fare più assaggi e riempirsi anche la pancia,inoltre il sapore delle polpettine non era niente male.
Dopo pochissimo arrivano anche i piatti di riso con kebab e il piatto unico di carne con i 2 contorni.
Il piatto di riso con carne era composto da riso plasmati cotto al vapore con sopra kabab di pollo e tacchino,servito con salsa allo yogurt e salsa piccante,questo piatto non è piaciuto molto.
Il piatto di carne invece è stato apprezzato,la porzione era abbondante ed era presente nel piatto le polpettine,ed il kebab di pollo e tacchino con le solite salse allo yogurt e piccante.
Per finire arriva il misto di dolci:2 pezzi di baclawa(pasta sfoglia con miele e pistacchi),2 pezzi di barazek,2 pezzi di dolce con pasta frolla,della crema con sesamo e pistacchi,tutto servito con topping di caramello(salsina al caramello),anche per i dolci si alternano sapori eccezionali come per i baclawa o la crema di sesamo e pistacchi a sapori mediocri.
Prezzo Totale per 1 kebab(4,50€),1 piatto Attila(7,50€),1 piatto riso con kebab(7,50),1 piatto unico di carne(9,80€),2 contorni(5,00€),1 piatto dolci misti(4,50€),3 coca-cole alla spina(7,50€),3 coperti(1,50€) di 47,80€.
Un ristorante che sinceramente non ha proprio convinto,ma d'altronde non ci potevamo aspettare niente di più da un ristornate in franchising.
Quindi per tutti coloro che vogliono mangiare Arabo e bene,sicuramente questo locale non è molto consigliato,ma per coloro che voglio ovviare alla solita routine dei centri commerciali che offrono solo pizze e panini questa è una buona alternativa.

sabato 19 febbraio 2011

Azienda Agrituristica "Fuoco"

C/da S.Pietro
84020- OLIVETO CITRATel 0828-793367cell. 338/3705147














Prezzi:Molto Bassi

A trovarne di Ristoranti cosi

Voto:9,5

Donne e Cibo oltre ad essere un libro che parla dell'evoluzione nutrizionale da parte delle donne,dal Medioevo fino alla società contemporanea(Bruno Mondadori) ,è secondo il mio punto di vista un connubio perfetto.La donna è la cucina,ma la donna si potrebbe paragonare anche ad un piatto di pasta,può piacere come non può piacere,c'è a chi piace poca pasta a chi piace un piatto normale e a chi piace abbondante.L'importane è assumerne sempre con moderazione in entrambi i casi.Comunque buon 8 Marzo a tutte!Quando si parla di cibo e di ristoranti per noi amanti della cucina è sempre un piacere,ma quando parliamo di Ristoranti dove mangi bene e molto,spendi poco,ti trattano in modo eccezionale allora in quel caso il piacere diventa massimo.Oggi posso dire con mio sommo piacere di aver trovato un altro ristorante in cui il solo parlare è piacevole,figurarsi sedersi a tavola e mangiare.Il ristorante di oggi è L'agriturismo Fuoco.
Per arrivare al locale bisogna prendere l'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria,uscire a Contursi Terme, imboccare la Strada Statale “Ofantina”e percorrerla fino a raggiungere l’uscita di Oliveto Citra, quindi seguire le indicazioni per Piano delle Monache.Sicuramente non è molto semplice,ma se avete difficoltà basterà chiedere per la strada,comunque lungo la strada c'è il cimitero di Oliveto Citra.Il locale è immerso nel verde,con moltissimi posti macchina e all'esterno del locale ci sono varie panchine, illuminate la sera da delle lanternine,davvero molto particolari.L'interno del locale è molto rustico,ma ben fatto e gradevole alla vista,soffitto con travi di legno,varie arcate,pavimento in cotto e pareti giallo forte che fanno da sfondo ai vari quadri e catene di agli,cipolle e peperoncini.Ci accomodiamo,è una domenica mattina,siamo in 4(prenotare sempre),il menù in questo caso è fisso e quindi ci viene solo chiesto cosa desideriamo bere.Dopo circa 15 minuti di attesa,comincia ad arrivare l'antipasto,prima viene servito un piatto(Ne) a persona con 2 fette di prosciutto crudo tagliate a coltello(molto dolce),2 fette di pancetta,4 fette di salsiccia stagionata(davvero deliziosa),una fettina di ricotta,una fetta di brioche rustica,fagiolini all'insalata,cipolle in agrodolce e melanzane arrostite(foto su noi che mangiando commentando).Inutile dirvi che il sapore è davvero nostrano.Mentre stiamo gustando questo bell'antipasto ci arrivano in sequenza,da dividere:un tegamino di terracotta con una zuppa di lenticchie e cavolfiore,5 pezzetti di focaccia con funghi e poi in un altro piatto un risotto con verdura.L'antipasto è davvero soddisfacente,oltre che per le porzioni e per la bontà dei prodotti,anche per il fatto che i piatti proposti sono particolari.Dopo aver finito l'antipasto ed aver sbottonato il primo bottone della camicia ecco arrivare il 1°primo:gnocchi di farina e un bel raviolo con ricotta,tutto condito con abbondante pomodoro.Dopo circa 20 minuti dal 1°primo arriva il 2°primo,che in questo caso è una pasta fatta in casa tipo scialatielli ma più corta con fagioli cannellini e broccoli.Anche in questo la soddisfazione è totale,ho apprezzato moltissimo la preparazione del 2°primo, ed anche il secondo bottone della camicia va a farsi benedire.Aspettiamo un'altra quindicina di minuti ed ecco arrivare il 1°secondo:Girello di maiale al pomodoro.Altri 15 minuti per riprenderci e arriva anche il 2°secondo:6 salsicce arrostite su di un letto di patatine fritte fatte rigorosamente in casa.Nonostante il 1°secondo sia un secondo molto preparato la domenica nelle case del Meridione(chi non si è mai fatto il cuzztiello(cozzetto)di pane bagnato nel sugo della carne?) viene molto apprezzato da tutti i commensali.Le salsicce arrostite sono molto simili a quelle di Castelpoto(Bn) http://www.salsicciarossadicastelpoto.it/ .Inoltre c'è da segnalare la gentilezza dei proprietari nell'assicurarsi che tutto vada bene e nel proporre,ogni qualvolta ci sia una portata,il bis.Si potrebbe concludere il pranzo con il piatto di formaggi e con il piatto di frutta secca,ma in questo caso passiamo direttamente alla frutta e al dolce,che in questo caso è un po' deludente: una fetta di torta bianca e secca,che non ho apprezzato.Volete sapere il prezzo per tutte queste portate???Per 1 antipasto,2primi,2secondi,1contorno,frutta,dolce,acqua,coca-cola,coperto,caffè e tanta gentilezza si spende solo 17€ a persona e se non siete ancora del tutto soddisfatti vi regalano anche un barattolino in vetro con l'origano o con i peperoncini.E bene si,più economico di questo penso che veramente non troverete in giro.L'unica nota negativa che posso segnalare è il tempo,tra una porta e l'altra abbiamo finito di mangiare alle 17:00 e solo perché abbiamo cercato di accelerare un pochino la situazione.I miei complimenti vanno alla famiglia Fuoco,che con il loro saperci fare e con la loro ristorazione hanno conquistato le pance di moltissime persone,tra cui la mia..

martedì 8 febbraio 2011

RISTORANTE PIZZERIA S. MICHELE

Via Litoranea 15
84098 Pontecagnano Faiano (SA)
tel: 089 203500





Prezzi Medi

Buona cucina a base di pesce

Voto 7,5

Dopo un'assenza prolungata a causa di problemi vari ed esami universitari eventuali,eccomi di nuovo a recensire..
Oggi parliamo del Ristorante San Michele.

Raggiungere questo ristorante è semplicissimo,si trova sulla litoranea di Pontecagnano(Costa Sud Salerno per gli amanti della movida),quindi per chi proviene da Salerno basta raggiungere la litoranea e proseguire verso Battipaglia,lo troverete sulla vostra sinistra adiacente al Lido Europa Europa,mentre per chi proviene da Battipaglia il percorso è inverso.
Esternamente il locale si presenta con molto verde,con laghetto artificiale e con una decina di posti macchina al coperto(senza parcheggiatore),anche se la parte esterna mi da l'impressione di essere un po' scarna.
L'interno è molto ampio,con luci non troppo forti,un'ambiente estremamente tranquillo durante la sera,anche se credo che durante il giorno,soprattutto nei periodi estivi(in cui il locale lavora di più)sicuramente ci sarà un po' più di caoticità.
Entriamo nel locale,ci accomodiamo,arriva il proprietario del Ristorante che ci domanda cosa vogliamo da bere.Dopo averci portato una bottiglia d'acqua naturale ed una bottiglia di Coca-Cola
ci chiede cosa preferiamo mangiare,ma come in tutti i casi in cui non c'è un menù da poter sfogliare,l'insicurezza regna sovrana.
Dopo vari tentennamenti e varie(poche) proposte da parte del proprietario,ordiniamo un antipasto di mare per 2 persone e 2 paccheri con i frutti di mare(8,00€ a piatto).
L'antipasto sicuramente arriva in modo diverso da come ce l'aspettavamo,arriva in un piatto un'insalata di mare(8,00) con polipo,uno scampo diviso in 2 e 7-8 cozze,poi arriva una sorta di ciotolina di ceramica con il polipo alla Luciana(7,00) e 2-3 fette di pane abbrustolito.
L'antipasto è buono,tutto molto fresco,anche se il polipo alla Luciana era un po' stopposetto,ma sicuramente ci saremo aspettati qualcosina in più,sia in termini di portate che di abbondanza.
Il servizio è abbastanza veloce e dopo circa 15 minuti dalla portata dell'antipasto arrivano i paccheri.
I primi,rispetto all'antipasto,danno sicuramente più soddisfazione,un bel piatto,con un sughetto davvero ben fatto che proponeva in armonia,le varie vongole,fasolari,cozze,ecc.Inoltre anche la cottura della pasta era davvero ottima e sappiamo tutti bene come i paccheri siano fetenti da cucinare.
Una volta finiti i primi ci viene chiesto se desideriamo il dolce,che in questo caso sono prodotti dalla pasticceria di Salvatore De Riso,che nelle nostre zone,ma ormai in tutta Italia,è un istituzione.
Per i dolci il menù è presente e tra tutte le delizie che ci vengono proposte decidiamo di prendere una torta al cappuccino(3,50) ed una mousse al cioccolato con una base di castagne(3,50).
Beh il giudizio sulle torte è superfluo,ma bisogna ammettere che De Riso è uno dei migliori pasticcieri in Italia,non per altro è stato premiato come migliore pasticciere dell'anno 2010.
Il conto totale per un antipasto per 2(15,00),2 primi piatti(16,00),2 dolci(7,00),una bottiglia d'acqua(2,00),una bottiglia di coca-cola(3,00) e 2 coperti(3,oo) è di46,00€ che scontati diventano 45,00€.
Per concludere posso affermare che il Ristorante San Michele è un buon ristorante,con un'ottima cucina a base di pesce,secondo il mio modesto parere si potrebbe fare molto di più,ma forse per coloro che lo gestiscono va bene cosi..